La stagione perduta… // The lost season…

img_20161210_162158

Ad una settimana dal mio secondo mesiversario in Australia, mi prende un senso di nostalgia…

Premetto che riesco a vivere solo lì dove c’è il mare, infatti, tutte le città in cui ho vissuto nella mia vita, sono sul mare: San Salvo, Pescara, Alicante e ora Melbourne… E di conseguenza mi piace vivere il mare, soprattutto d’estate, andando in spiaggia, nuotando, passeggiando in riva al mare… Posso definirmi una tipa da spiaggia anche per il mio stile: shorts, fantasie floreali, occhiali da sole, sandali…

Amo il mare e amo l’estate.

Ero più che entusiasta di saltarmi l’inverno in Italia e vivermi una seconda estate in Australia, magari una con più possibilità visto che la passata ha lasciato a quanto a desiderare.

E a Melbourne c’è l’imbarazzo della scelta sulle attività da svolgere. Tutti i giorni ci sono feste, festival, attività sportive, gite organizzate… o semplicemente ci si può rilassare in uno dei tanti parchi o spiagge, prendere il tram e conoscere un nuovo suburb oppure prendere il treno ed esplorare una zona naturalistica non troppo lontana come la Great Ocean Road o Phillip Island.

Ogni mercoledì, nel mercato coperto vicino a casa mia, il Queen Victoria Market, c’è un evento bellissimo: il “Summer night festival”. Ci sono artisti da tutto il mondo che si esibiscono nei vari stages, bancarelle di artigianato che prendono il posto dei banchi di frutta e verdura che giornalmente vi stazionano, tanti stands e camioncini di street food di ogni provenienza che profumano l’aria e il palato della gente. E di gente ce n’è a fiotti, bisogna fare attenzione a non perdersi nella marea di persone che, come me, si gode un day off o un semplice pomeriggio in compagnia.

Sabato scorso, evento più unico che raro, avevo il giorno libero al ristorante, non ci credeva nemmeno il mio manager XD. Con le mie coinquiline sono andata al “Latin summer festival”, è stato un tuffo in Sud America! Ho conosciuto tanti argentini, ho mangiato le famose “empanadas” e ho ballato reggaeton fino a tardi. 🙂 Posso dire di non avere problemi nel continuare a fare pratica di spagnolo per non dimenticarlo. Peccato che forse però dovrei conoscere più gente “autoctona”. XD

20170107_203554

Insomma sto vivendo un “luglio” inoltrato tra lavoro busy con i tanti turisti che arrivano tutti i giorni e gli eventi in città. Non potevo chiedere di meglio!

Eppure…

Eppure ho riscoperto l’importanza dell’inverno. Ho capito che non è vero che vivrei per sempre di estati.
Mi manca avvolgermi nella mia vestaglia di pile con sopra un’altra coperta, appollaiata sul divano al calduccio con la mia famiglia con il camino acceso, due salsicce alla brace, cioccolata e tè caldi, guardare la pioggia che cade dalla finestra, mangiare brodo di pollo, dormire sotto il piumone, uscire con guanti, sciarpa e cappello, incontrarsi in un bar a bere qualcosa di caldo oppure stare a casa a preparare una torta o a lavorare ai miei gioielli. Qui fa tanto caldo e a volte si boccheggia per le alte temperature che raggiungono anche i 40°, ma quello che mi manca è il “calore” dell’inverno. Questo inverno saltato, una stagione perduta.

E mi avete fatto emozionare con le foto della grande neve che è scesa in questi giorni in Italia, è scesa addirittura nel mio paese, lì dove di solito non “attacca” mai.

Comunque sono riuscita lo stesso a beccarmi il raffreddore! 😀

Oggi sono libera e, dopo aver sistemato casa, blog e camera esco a godermi il sole al parco. 🙂

Alla prossima ❤

 

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s