Girl, you are so lucky!

15079064_10211053808358133_8023841229503697966_n

Nel momento in cui ho messo piede in suolo australiano, sono entrata in un vortice di eventi che non mi ha più mollata.
Nemmeno il tempo di una doccia che già i miei nuovi amici mi fanno assaggiare un pezzo della mia nuova vita. Montiamo in macchina io, Dorota (la sorella della mia ex coinquilina dell’Erasmus che casualmente è a Melbourne e mi ha ospitato i primi giorni) e i suoi amici in visita dalla Polonia, direzione: Brighton Beach!
Questo è il primo piatto che ho mangiato qui, non ricordo come si chiama, ma penso fosse un piatto indiano.

20161117_133856

E poi andiamo in spiaggia, c’è un sole magnifico, temperatura 30°, sembra una normalissima mattinata di agosto, anche se effettivamente siamo a novembre! Un po’ scettica dal fatto che facesse davvero caldo (cavolo è novembre!), un po’ intimorita dalla prova costume fuori stagione, indosso jeans e canotta.

Arrivati al mare, eccolo che lo vedo blu intensissimo quasi fantastico, mosso che sembra si sposti in orizzontale, barche in lontananza, gente che windsurfa, era un tipo di mare che avevo visto già nei miei sogni, ma che effettivamente esiste davvero!

20161117_143957

Il primo suono strano che sento è il verso degli uccelli che non è un vero e proprio dolce cinguettio, diciamo che sono forti richiami e il prevalente è il gracchiare dei corvi, poi scoprirò che ne sono davvero tanti ovunque.

Scendiamo in spiaggia e muoio di caldo, bagno i piedi nel mare di Port Phillip Bay e mi allungo a scaldarmi sotto i raggi del sole.
Informazione di servizio: l’Australia si trova sotto il buco dell’ozono! Questo buco di cui tanto si parla si trova proprio nell’emisfero sud! Non mi ero mai informata su una cosa del genere e ci sono rimasta tristemente sorpresa. Ecco perchè brucia così forte anche se siamo in primavera, si appiccica sulla pelle come se fosse uno stampo e si sente il suo calore ancora forte fino a sera.

Ammiro questo strano e nuovo paesaggio, la spiaggia affollata, i grattacieli all’orizzonte… e poi muoio per mezz’ora sull’asciugamano.

Due giorni dopo, ancora preda del jetleg, incontro finalmente il mio compagno di avventura Pierluigi che mi accompagna nel centro del suburb in cui viviamo al momento, Oakleigh. Infatti, casualmente sia Dorota che ospita me, sia suo zio che ospita lui, abitano nello stesso quartiere. Certo, qui le distanze sono abbastanza relative, anche essendo vicini ci separano 8 km percorribili in circa 3/4 d’ora di mezzi pubblici XD ma quante possibilità si potevano avere, in una città così estesa e spalmata come Melbourne che conta più di 4 milioni di abitanti, di ritrovarci nello stesso suburb?

Mentre cerco con navigatore alla mano la stazione di Oakleigh dove ho appuntamento con lui, intenta a guardare lo schermo del cellulare, un signore anziano, credo che sia stato indiano, con il turbante mi dice “Girl, you are so lucky” così dal nulla! Ed io che credo un po’ ai segni, lo ringrazio gentilmente sperando che sia di buon auspicio.

20161119_121306

Oakleigh è un suburb dove vive una grande comunità di Greci, infatti Melbourne può essere considerata la terza città greca. Il centro è pieno di ristoranti greci e internazionali, in strada ci sono un sacco di tavolini con tanta gente che fa colazione al bar.
Noi ci sediamo al parco a mangiare un panino e ho un primo incontro con la natura selvaggia australiana. Forse abbiamo invaso il suo spazio perchè un uccello ci attacca per tre volte volando basso in picchiata verso noi. Noi non vogliamo disturbare nessuno e ce ne andiamo. Australia 1, noi 0.

La giornata termina con un bellissimo tramonto a Mordialloc, un grande sole giallo si spegne nel mare blu scuro seguito da un cielo arancione e tanti gabbiani che volano intorno. Guardo l’orizzonte… chissà quali avventure mi aspettano.

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s